martedì 7 febbraio 2012

Universal soldiers

Fantascienza
2007
di Griff Furst

Visto in INGLESE

E qui facciamo un bel salto nel passato, alla golden age dei mockbuster targati Asylum. Il modelli di riferimento in questo caso è la serie Universal soldiers con Jean Claude Van Damme, ma in realtà prende dentro un po' tutto il vecchio filone "cyborg sviluppati dal governo che si ribellano ai propri creatori", che da Terminator in qua ha mietuto milioni di vittime (cinematograficamente parlando, sia fra le comparse che fra gli spettatori).

Ma procediamo con ordine: il film inizia nel bel mezzo dell'azione, con la solita soldataglia malassortita (e armata di plasticozzi dipinti con la vernice spray nero opaco) che fugge da una base sotterranea, e si ritrova a fare la solita scampagnata fra boschi e valli, indecisi se andare a recuperare il professore che ha inventato i cyborg o all'armeria. Da qui in poi il film prosegue fra litigi, scleri e morti dei soldati uno a uno, trafitti con pali appuntiti da questi supersoldati che non si vedono quasi mai e che quelle volte che si vedono non fanno esattamente una gran bella figura, essendo nient'altro che dei bellimbusti pelati e incipriati, vestiti con una tuta nera parzialmente ricoperta con protezioni da hockey dipinte con il color argentato. Perciò il film può risultare abbastanza noioso lungo tutto il tragitto che porterà questo gruppo sempre più esiguo di soldati al luogo in cui si possono disattivare tutti i supersoldati... per poi scoprire che questo non è servito a niente. Infatti c'è una bella sorpresona finale il computer grafica che chiuderà ben più che degnamente questo film.

Tirando le somme, quel che ci si ritrova a guardare è una versione un po' più pezzente di The terminators, con decisamente meno effetti speciali, e quindi più simile a Alien vs. hunter (il periodo è quello). Probabilmente non è il peggior film della Asylum, ma forse uno dei più dimenticabili, un banco di prova per vedere dove si poteva andare. Da guardare solo se realmente intenzionati a completare la propria cultura generale sulla nostra casa di produzione preferita.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...