giovedì 23 febbraio 2012

3 musketeers

Azione
2011
di Cole McKay

Visto in INGLESE

Come dicevo in alcuni commenti, quando la Asylum annunciò sto film ero alquanto entusiasta di vedere la loro versione della storia dei tre moschettieri, aspettandomi qualcosa in costume d'epoca, perciò non posso nascondere che sono rimasto un po' deluso nello scoprire poi che era un adattamento ambientato nel presente (dimenticavo che la Asylum è pur sempre una casa di produzione a basso costo, per cui bisogna essere contenti già solo ad avere ogni tanto qualche fantasy medievaleggiante o qualche film ambientato nell'ottocento). Nonostante ciò devo dire che questo resta comunque uno dei film, per quel che mi riguarda, più attesi fra quelli dell'anno appena passato, una buona variante alle solite cose disaster-fantascienze alla SyFy o agli horror casalinghi.

Comunque, venendo al film: c'è questa tizia, Alexandra D'Artagnan (se ho ben capito pure discendente dell'originale Alexander D'Artagnan), che lavora per  una delle solite agenzie sulla sicurezza nazionale del governo degli Stati Uniti, e ha una mansione da scribacchina ma le piacerebbe avere un po' più di azione; per questo vorrebbe entrare a far parte di una squadra d'elite soprannominata, per l'appunto, i tre moschettieri. Di questa squadra fanno parte Athos, un muscoloso e atletico orientale che in quanto tale è campione di capriole e arti marziali (anche se poi verso la fine del film le prende in malomodo da un vecchio con almeno il triplo della sua età, e se la cava solo grazie a uno stratagemma che non richiede particolare padronanza di kung fu o jujitsu ovvero una mazzata nelle palle); poi c'è Portos, un nerd quarantenne che quando non è davanti a un pc sta sempre lì a smanettare con un tablet pc della Samsung, che all'occorrenza diventa anche una bomba esplosiva; e infine abbiamo Aramis, che come ci insegnano i cartoni giapponesi che vedevamo da piccoli è una donna. In sostanza, il quartetto si ritroverà a sventare un complotto ordito da alcuni traditori vicini alla Casa Bianca (uno dei quali soprannominato, per l'appunto, "il cardinale"), che vorrebbero ammazzare il presidente e instaurare un regime autoritario.

A mio giudizio, il film è ben realizzato. Nel senso, non mancano dei "momenti Asylum" tipo che vedi un elicottero gigante in CGI e poi vedi gli attori salire su uno reale ma grande un quarto, o teste tagliate via dalle pale di un elicottero che sta precipitando al suolo, o altre assurdità tipiche dei film d'azione americani tipo gente a cui fanno saltare in aria la casa e non battono ciglio; ma niente che porti questo film sotto la media delle produzioni del genere. La regia è buona, e il ritmo del film ben sostenuto, e a me ha ricordato un po' quel film anni novanta con Hulk Hogan tipo Assalto all'isola del diavolo o cose del genere (diciamo che 3 musketeers ne è la versione anni 2000 di quel genere di film). Insomma, guardatelo, da quel che ho visto penso potrebbe essere uno dei film Asylum meglio realizzati fra quelli più recenti.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...