sabato 5 novembre 2011

The terminators

Fantascienza
2009
di Xavier Puslowski

Disponibile in ITALIANO

Ecco qui un film che non so perché ho aspettato così tanto a vederlo, dato che mi suonava come qualcosa di superinteressante sin dalla prima volta che lo hanno annunciato. Voglio dire, dopo Terminator 2 s'è visto come il franchise abbia preso una svolta esclusivamente commerciale, a base di sequel cinematografici e televisivi d'infimo livello. Quindi quale cosa migliore da fare se non ripiegare su una genuina versione tarocca, senza tanti inutili fronzoli e fallite aspirazioni di originalità?
Dico questo perché con The terminators torniamo agli anni ottanta-novanta, quando fioccavano da ogni dove film a base di cyborg nerboruti e assassini, ed è quello che ci ritroviamo davanti anche in questa pellicola: su una base spaziale che orbita intorno alla terra sono fabbricati dei cyborg con l'aspetto di Paul Logan (sì, proprio lui, quello che prende a calci i megapiranha), ma questi a un certo punto si ribellano, montano su un sacco di navette e vanno sulla Terra (con Terra ovviamente nel film s'intendono gli Stati Uniti d'America, come sempre in questi casi il resto del mondo chissene), con l'intenzione di sterminare l'umanità; ma non tirando bombe atomiche sulle città più popolate, bensì uccidendo gli umani uno a uno, con i terminators armati di canotta e pistola che se ne vanno in giro per le strade della provincia americana che sparano a ogni singola persona che incontrano. Un gruppetto di sopravvissuti capitanati da uno sceriffo ispanico e una graziosa ragazzuola malvestita fuggono in un bosco, dove incontrano l'inventore dei terminators: questi è in possesso dell'unico fucile al mondo in grado di bloccare i cyborg, ma siccome lui non vuole andare in giro a fermarli tutti uno a uno come fanno loro decide che l'ideale sarebbe andare sulla stazione spaziale e premere su OFF l'interruttore che fa funzionare tutti i terminators esistenti (e quando dico spegnere il pulsante non è metaforico, c'è proprio un interruttore ON/OFF che tiene accesi i cyborg). La seconda parte del film consiste perciò nel recuperare una bombola per far andare una navetta per raggiungere la stazione, con tanto di colpo di scena che riguarda uno dei componenti del gruppo e superlotta (si fa per dire) finale.

A livello visivo il film non delude, perché il rendering dei modelli 3D tipo della stazione spaziale (tra l'altro mi sa che è la stessa di 2012 supernova) e delle navette sono parecchio belli e ben mixati con le scene dal vivo. Per il resto Paul Logan è moltiplicato nella stessa inquadratura tipo con lo strumento linear wipe di After Effects, semplice ma efficace, però avrei gradito anche qualche bella escoriazione dei cyborg che mostrano più di qualche centimetro di metallo sotto la pelle per mezzo secondo (insomma, bastava seguire qualche tutorial a tal proposito di Indy Mogul, ci stava secondo me), piuttosto che gli insensati e inutili squartamenti a cui sono sottoposti i "terminati". Per il resto, la trama non offre niente di superlativo: il gruppo di sopravvissuti rientra nella media del genre coi soliti stereotipi - l'attempato ma coraggioso uomo di legge, la ragazza con le palle, il piagnucolone e così via - e quindi le dinamiche di gruppo prendono forma di conseguenza.

Concludendo, direi che è uno di quei film che consiglio senz'altro. Un prodotto non molto dissimile da Transmorphers 2, ma vedere com'è stato rielaborato un franchise storico come Terminator nell'Asylumverse per me non ha prezzo; è un'esperienza da fare a prescindere dal risultato, ma visto che il risultato è pure bonetto direi che vale sicuramente la pena di guardarlo.

2 commenti:

  1. Uno dei pochi Asylum "classici" che ancora non ho visto (insieme a "Invasion of the Pod People" e "Journey to the Center of the Earth").
    Comunque ho visto le ultime tre uscite: "Haunting in Salem" (non bruttissimo ma deludente), "3 Musketeers" (piacevole, ma speravo più in un mockbuster vero e proprio) e "Zombie Apocalypse" (risente un po' troppo dello stile Sy Fi Channel ma molto, molto divertente).
    Quest'ultimo si merita una tua recensione al più presto.
    Ciao.

    RispondiElimina
  2. Anch'io speravo che 3 Musketeers fosse stato un mockbuster vero e proprio, ma pazienza, probabilmente non hanno voluto osare troppo (ambientare un film nella sfarzosa corte francese del '700 forse ne sarebbe uscito un pastrocchio di computer grafica... come il film originale d'altra parte)
    Gli atri due ce li ho in lista, quello sugli zombi voglio vedere se è all'altezza del film italiano "Eaters" distribuito da Uwe Boll... perciò lo vedrò quanto prima.
    Grazie ancora dei consigli!

    PS: se vuoi vedere The Terminators c'è anche una distribuzione in italiano, ma mi sa che è abbastanza difficile trovarlo, bisognerà spulciare le videoteche (sempre che qualcuno ce l'abbia ancora, io siccome sono all'estero l'ho guardato in inglese sennò finiva che non lo vedevo mai)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...