lunedì 13 dicembre 2010

Dragon

Fantasy
2006
di Leigh Scott

Disponibile in ITALIANO

Eccoci di fronte a quello che, a suo tempo, era uscito come mockbuster di Eragon, ma più in generale di tutti la moda dei fantasy che dopo Il signore degli anelli è esplosa a Hollywood nell'ultimo decennio. E siamo di fronte a un film fatto veramente con poco, dato che a parte una scena di battaglia iniziale completamente realizzata in CG, il drago del titolo e qualche altro raro effetto speciale per il resto il film è fatto unicamente con un manipolo di attori in costume in un bosco. Punto. E il bello è che la cosa non è neanche poi riuscita tanto male! Capiamoci, con così poco inevitabilmente i momenti di noia non mancano, dato che il film consiste per un buon 90% in personaggi che si incontrano, parlano, discutono e poi proseguono il viaggio all'interno della foresta, dato che la trama consiste nel fatto che c'è questa principessa, di un popolo in eterna lotta con una razza di elfi/orchi, che deve raggiungere un regno vicino per chiedere aiuto; sulla strada incontra un cavaliere e il suo discepolo che la scortano ma poi incontrano anche un gruppetto di mercenari cacciatori di draghi, un'elfa abile con l'arco e una maga con gli occhi spiritati, ma a un certo punto il viaggio si trasforma in una caccia al drago, che ha dei legami particolari con alcuni di questi personaggi... tutto il resto di questo mondo fantasy è solamente evocato a parole, ma devo dire che la cosa sta su, fra colpi di scena (seppur non proprio originali), personaggi caratterizzati (anche se in maniera un po' stereotipata) e cose così.
Personalmente dello stesso genere devo dire che ho apprezzato di più Merlino e la battaglia dei draghi, dato che in quel film ci son molte più cose in gioco, ma devo dire che anche questo comunque non è stato male. Di certo è un prodotto abbastanza modesto, non uno di quei film dove la Asylum dà il meglio di sé, ma è la dimostrazione che anche con pochissimi elementi - costumi medievali, qualche spada di quelle che si comprano a San Marino, un tizio capace di usare After Effects e 3D Studio Max, un bosco e qualche video di repertorio con riprese dall'alto - si può imbastire su un film vero e proprio, non entusiasmante ma neanche punitivo come lo può essere l'originale qui plagiato.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...